Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

La realtà virtuale di Benevento attira il private equity Atlante Ventures

Cupertino? No, Benevento. E'  la storia di tre giovani campani che nel 1995 si incontrano nella facoltà di ingegneria informatica dell'Università di Napoli e fondano con altri studenti il demo-group "DeathStar".

In seguito, grazie all'aiuto di un business angel francese, a un po' di esperienza all'estero (Parigi) e a tanta passione  Giovanni Caturano, Carmine Della Sala e Lorenzo Canzanella (dal 2001 sono ritornati in Italia), hanno fondato Spin Vector, azienda di Benevento che si occupa di realtà virtuale 3D di nuova generazione e videogame. Lavorano con aziende come Intel e Nvidia.

Sono così bravi che hanno calamitato l'attenzione di un fondo di private equity. E' Atlante Ventures Mezzogiorno (gruppo IntesaSanpaolo) che investirà fino a 2 milioni di euro per una quota di minoranza di Spin Vector. Il  percorso di sviluppo dell'azienda sannita prevede un fatturato di 12 milioni di euro nei prossimi cinque anni. Buona fortuna a Giovanni, Carmine e Lorenzo.

  • Estrogeni |

    La storia di SpinVector ha attirato anche la nostra attenzione. Ci è sembrata l’azienda giusta per aprire Italian Jobs, iniziativa dedicata startupper e neolaureati che si propone di dare visibilità a belle realtà imprenditoriali italiane.
    Perché abbiamo deciso di partire proprio con SpinVector lo raccontiamo in questo post, appena pubblicato sul nostro blog:
    http://blog.estrogeni.net/italian-jobs-2/italian-jobs-facciamo-impresa-con-spinvector
    Se il 7 novembre ne ha piacere, saremmo lieti di averla fra gli ospiti del nostro incontro con Giovanni Caturano.

  Post Precedente
Post Successivo