Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Bastano 40mila euro per rilanciare la Valle dei Templi di Agrigento

Il 9 gennaio scorso nel post dal titolo  Il magnate russo, la Valle dei Templi e la provocazione che fa riflettere: la risposta del sindaco di Agrigento,  avevo chiesto un'azione concreta, anche piccola, per il rilancio economico del sito archeologico. In attesa di una risposta del sindaco Marco Zambuto, ho fatto tre domande alla prof dell'Università Cattolica di Milano,  Paola Fandella, coordinatore del corso di laurea in economia e gestione dei beni culturali.

In che modo si possono coinvolgere i privati  nella gestione di un sito archeologico? Sono tre le forme giuridiche principali: il consorzio, la società in forma mista ma in questo caso ci vuole una gara, la fondazione di partecipazione che a mio parere è lo strumento più idoneo e flessibile per tale scopo.

Quanto costa un progetto per rilanciare il sito archeologico di Agrigento? E quanti posti di lavoro e ricavi potrebbe generare? Un progetto di rilancio della Valle dei Templi, realizzato da una struttura universitaria come la nostra, non costa tanto. Siamo nell'ordine dei 40mila euro, comprese un paio di borse di studio da riservare ai giovani universitari del posto. Per quanto riguarda ricavi e posti di lavoro c'è bisogno di parlare, in Agrigento, con i rappresentanti degli artigiani, del settore agroalimentare e delle realtà musicali e teatrali. L'obiettivo è infatti di realizzare degli accordi internazionali con agenzie di turismo culturale. E' ciò che hanno fatto a Pesaro con il "Rossini Opera Festival", noto in tutto il mondo.

Se vi telefonassero da Agrigento? Il giorno dopo saremmo subito lì con la nostra task force di economisti e giuristi. Ma l'obiettivo sarebbe quello di coinvolgere gli studenti universitari siciliani che ci darebbero di certo tante idee.

 

 

 

  • anna |

    la valle dei templi… tesoro inestimabile mai valorizzato. basti guardare lo squallido sito internet. ci sono voluti decenni perchè si giungesse a far pagare uno straccio di biglietto. quanto ci vorrà per il rilancio? largo alle università.

  Post Precedente
Post Successivo