Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

La Regione Campania ha azzerato il deficit della sanità: nel 2013 un attivo di 6,1 milioni

Volevo scrivere un post a difesa dei tanti tifosi napoletani che vanno allo stadio, pagano il biglietto e ascoltano l'inno di Mameli senza fischiare. Ci sono stati tanti colleghi giornalisti che, più bravi ed esperti di me, hanno già scritto sull'argomento su giornali e blog. Quindi evito. 

Ma proprio perché a Napoli e in Campania in stragrande maggioranza vivono persone perbene  che rispettano la legge e la Costituzione, qui voglio dare una  notizia appena battuta dalle agenzie. La Regione Campania ha azzerato il deficit della sanità chiudendo l'esercizio 2013 con un attivo di 6,1 milioni di euro.

Nel 2009 il deficit era a quota 853 milioni di euro. Inoltre si è passati dai 427 giorni di ritardo nel pagamento dei fornitori ( sempre 2009) agli attuali 168 del 2013. Stefano Caldoro, presidente della Regione: "La Campania era vista come una 'Regione canaglia' che accumulava deficit. Oggi questi numeri sono la precondizione per una buona sanità. Abbiamo mantenuto gli impegni con fatica e sacrificio di tutti". 

 

 

  • Antonio Piccolo |

    Sarebbe una bella notizia se fossero rispettati anche l’art. 32 della Costituzione sul diritto alla salute e il DPCM del 2001 che definisce i Livelli Essenziali di assistenza. Insieme al deficit è stata azzerata anche l’assistenza sanitaria.

  Post Precedente
Post Successivo