Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Lo Svimez quest’anno ci darà buone notizie sul Sud Italia

Dimenticatevi la “desertificazione industriale”. Quest’anno il rapporto del centro studi Svimez sul Sud Italia sarà all’insegna dell’ottimismo. Nel comunicato (qui) che annuncia al conferenza stampa del 28 luglio (alle ore 11, nella sede della Svimez, in via di Porta Pinciana 6 a Roma) si legge che: “Il 2015 primo anno in cui al Sud si è arrestata la recessione”. E ancora: “Il 2015, infatti, ha rappresentato il primo anno in cui al Sud si è arrestata la recessione, registrando una inversione di tendenza più marcata che nel resto del Paese: il Pil dell’area, secondo le stime di consuntivo della Svimez, è cresciuto dell’1% contro lo 0,7% del resto del Paese. La ripartenza del Mezzogiorno, dopo anni di fortissima caduta, è dovuta ai settori dell’agricoltura (+7,3%), del turismo e (seppur in misura più contenuta) al settore cruciale delle costruzioni (+1,1%). A trainare la dinamica economica è stata la significativa ripresa del mercato del lavoro (una crescita di 94 mila occupati, pari al +1,6%), in parte frutto di alcuni provvedimenti del Governo. Al riguardo, secondo le nostre valutazioni, l’effetto congiunto della decontribuzione sulle nuove assunzioni e degli sgravi fiscali (i cosiddetti 80 euro) ha contribuito alla crescita del Pil del Mezzogiorno per 0,2 punti percentuali (0,1 al Centro-Nord)”.

Insomma buone notizie quest’anno dallo Svimez!