Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

La ripartenza del Sud Italia. Si può fare ma ci vuole la squadra

Due articoli assolutamente da leggere sul Sole24Ore per capire l’attuale situazione del Sud e quello che si deve fare per la ripartenza. Li trovate qui e qui a firma di Valerio Castronovo. Nella parte finale del secondo articolo, il prof Castronovo spiega che è necessario “gioco di squadra, una convergenza di intenti fra tutti gli attori (istituzioni pubbliche, amministrazioni locali, operatori economici, sindacati ed enti formativi). Ma anche la messa al bando di una sindrome ricorrente quanto autolesionista come una miscela sterile di pessimismo e frustrazione”.

Ha ragione da vendere. In altro ambito, e parlando di calcio sul Mattino di Napoli, Arrigo Sacchi ha spiegato che: “Chi ha entusiasmo, è generoso, fa le cose con gioia. Perché l’intelligenza ti fa uscire dal tuo ego, mette la squadra al centro di tutto; l’intelligenza ti fa giocare per la squadra e con la squadra”.

Di intelligenza al Sud ve ne è tanta. Forse c’è bisogno di più entusiasmo: meno promesse e più persone che ci mettono la faccia e diano l’esempio. Per me un esempio concreto oggi al Sud c’è: la rapida risposta dell’università Federico II di Napoli alle richieste di Apple per aprire il centro iOS Developer a San Giovanni a Teduccio. Quindi si può fare. Basta un po’ di entusiasmo in più.

Costruire la squadra vincente: il Manager Coach