Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Biblioteche del Sud, non può mancare il veneto Meneghello

Se in qualche parte del Nord Italia dicono no ai libri di Roberto Saviano, l'invito alle biblioteche del Mezzogiorno è di comprare (per chi non l'avesse già fatto) i romanzi del veneto Luigi Meneghello. "Libera nos a Malo" e "Piccoli maestri" i suoi capolavori.

Vicentino, partigiano (Partito d'Azione), accademico in Inghilterra (Reading) per anni e prima ancora collaboratore assiduo della rivista “Comunità” dell'illuminato Adriano Olivetti. In sintesi: un grande italiano. Da avere in biblioteca e in libreria.

  • Vitaliano D'Angerio |

    Sono totalmente in disaccordo con lei. E’ necessario trovare i fattori che uniscono Nord e Sud. I libri di Meneghello e le storie raccontate in quelle pagine certamente uniscono gli italiani. Viceversa si fa il gioco di chi vuole dividere. Mi spiace ma non ci sto: lo dico da meridionale. Viva Meneghello e il Veneto.

  • fansaloni |

    io sarei per il boicotaggio. Nulla contro libro e autore, ma visto IL COMPORTAMENTO INFANTILE DELLA REGIONE VENETO, che ha inviato una direttiva per far sparire i libri di alcuni autori (es. Saviano) da biblioteche e scuole…
    PS: ma i veneti sono d’accorodo o l’accettano senza batter ciglio?

  Post Precedente
Post Successivo