Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

La primavera di Reggio Calabria, Giuseppe Sorgonà come Libero Grassi

L'imprenditore Libero Grassi, medaglia d'0ro al valor civile, venne ucciso dalla mafia il 29 agosto 1991. Il suo assassinio diede il via alla primavera di Palermo. Un'ondata di indignazione e rabbia percorse tutta l'Italia.

Il 7 gennaio scorso è stato ucciso il parrucchiere di 24 anni Giuseppe Sorgonà, a Reggio Calabria: tornava a casa dopo una giornata di lavoro. Con lui il bimbo di due anni che si è salvato miracolosamente dai proiettili del killer.

Lunedì 7 febbraio, un mese dopo, Reggio Calabria è scesa in piazza con una fiaccolata per ricordare Giuseppe: c'era l'associazione di don Ciotti "Libera", c'erano i rappresentanti del movimento "Reggionontace" ( http://www.reggionontace.it/), e gente comune stufa di vivere sotto assedio. Non c'erano i grandi mass media che hanno sostenuto la primavera palermitana dopo l'omicidio di Libero Grassi. Ma Reggio Calabria c'era. E allora forza calabresi: in città ci sono gli uomini e le donne giuste per cacciare la 'ndrangheta.