Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Spartaco, casa editrice di Santa Maria Capua Vetere (Caserta), presidio di resistenza

Quattro amici al bar. In questo  caso erano quattro amici e un'amica che nel 1995 hanno deciso di fondare una casa editrice.  Detta così sembra un'impresa impossibile, velleitaria. Invece no: perché Edizioni Spartaco (http://www.edizionispartaco.it/) è proprio il contrario.

Innanzitutto il luogo di nascita: Santa Maria Capua Vetere, provincia di Caserta, nota negli ultimi anni per il processo Spartacus (coincidenze) ai Casalesi. Vedi  Gomorra.

I cinque fondatori, oggi quasi 40enni,  hanno conservato intatta la passione di 16 anni fa. "Ma dobbiamo fare altri lavori per vivere – ricorda Tiziana Di Monaco che assieme al fratello Ugo è una dei cinque soci fondatori -. Io per esempio sono anche giornalista". Nel 2003, edizioni Spartaco è diventata libreria, sempre a Santa Maria Capua Vetere. Ma non è solo quello: è anche luogo di aggregazione, confronto. Quello che Roberto Saviano, in una mail scritta nel dicembre scorso e inviata alla casa editrice, ha definito "presidio di resistenza".

E poi ci sono i libri: un catalogo nutrito. Tiziana ci tiene a sottolineare che non hanno ricevuto finanziamenti pubblici "e voglio aggiungere che non siamo una casa editrice a pagamento". Le opere edite da Spartaco sono distribuite su tutto il territorio nazionale. C'è la collana "Dissensi" che inizialmente conteneva soltanto scrittori stranieri e ora ospita anche italiani. Fra i tanti titoli in catalogo mi ha incuriosito, guardando il sito web, il libro dal titolo Per segnare bisogna tirare in porta , una raccolta di racconti scritti tra l'altro da noti giornalisti sportivi. Curioso.

Auguri a Spartaco