Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

A Nardò (Lecce) la lotta del camerunense Ivan, il bracciante-ingegnere

Ne hanno scritto giornali e parlato in tv. Ivan Sagnet, 26enne, camerunense, aspirante ingegnere (al Politecnico di Torino) per continuare a pagarsi l'affitto è andato a Nardò, in provincia di Lecce, nel Salento, a raccogliere i pomodorini. Ha lavorato fino a 15 ore al giorno, per 12 euro e 50 centesimi: meno di un euro all'ora. Da qui l'0rganizzazione di uno sciopero fra i braccianti e le minacce dei "caporali" nei confronti di chi si è ribellato.

Nelle stesse ore, un altro camerunense, Samuel Eto'o veniva pagato svariati milioni l'anno per andare a giocare a calcio in Daghestan. E domenica i giocatori di Serie A, in Italia, forse faranno sciopero. Senza parole.