Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Falcone, Borsellino e Livatino: tre magistrati meridionali

All'inizio dell'estate in tv è stato messo in onda il film "Il giudice ragazzino": la pellicola (1994, regista Alessandro di Robilant) narra la storia di Rosario Livatino, il magistrato di 37 anni, ammazzato nel 1990 ad Agrigento mentre viaggiava a bordo della sua auto senza scorta.

Un film che ho rivisto con grande commozione. Come Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, Livatino era meridionale e siciliano. Sui giornali di oggi (8 settembre 2011) i magistrati del Sud Italia vengono insultati e accusati di essere inerti sulla mafia. A chi dice tali cose ribadisco questi tre cognomi: Borsellino, Falcone e Livatino. E' sufficiente?

  • Vitaliano D'Angerio |

    Sono stati esempio di onestà e schiena dritta per tanti giovani, magistrati e non.

  • Todhol |

    Tre santi non cancellano un inferno

  Post Precedente
Post Successivo