Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Private equity: Vertis, Monrif net e gli investimenti nelle start up del Sud

Parlare di fondi di private equity di questi tempi è già azzardato visti i mercati e le diffidenze degli investitori. Se a tale tipologia di strumenti finanziari affianchiamo la parola Mezzogiorno, beh qualcuno potrebbe dire che stiamo vaneggiando.

E invece Vertis Sgr dimostra il contrario: è  la società di gestione che, attraverso dei fondi di private equity, investe in aziende neonate del Sud Italia (start up). In una articolo pubblicato oggi in pagina 35 del Sole 24Ore (27 settembre 2012, a firma del collega Carlo Festa) non solo si descrivono le attività di Vertis ma soprattutto si dà una notizia, a mio avviso, importante: Promoqui, marketplace della promozione (http://www.promoqui.it/chi-siamo/), è una delle aziende in cui ha investito il private equity del Sud; dentro Promoqui, società di Napoli, è entrata Monrif Net (Poligrafici editoriali) attraverso un aumento di capitale di 800mila euro.

Che dire: nonostante la crisi, nonostante l'area depressa, nonostante tutto, si può investire anche nel Sud.

  • Giovanni Allegri |

    è da decenni che si investe al sud, pure troppo e sempre con soldi pubblici (come in questo caso, visto che il fondo vertis ha investito soldi non di privati, ma del ministero…) il problema è il ritorno degli investimenti e la loro qualità. Sarà il futuro a dire se questo investimento sia stato di successo o no…

  • maria sabato |

    Le risorse umane,culturali,ambientali,e alimentari del Sud richiederebbero seri investimente che andrebbero a ricadere positivamente non solo su “mezzogiorno”ma su tutto ilterritorio nazionale.Cito solo un settore quello alimentare :nell’Ottobre o Novembre del 2011 l’UNESCO con tanto di protocollo dichiarava i prodotti della terra del Sud olio,pomodori,frutta,verdura ecc.come i più idonei per la dieta Mediterranea è la stessa la migliore per l’umanità!si potrebbero produrre ed esportare i nostri prodotti in tutto il mondo! e invece? mirano al petrolio a perforare il nostro splendido mare ma dovranno passare sui nostri cadaveri!

  Post Precedente
Post Successivo