Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Puglia, una regione del Sud dove i giovani non emigrano

C’e’ una regione del Mezzogiorno dove i giovani ingegneri (e non solo) preferiscono restare e non emigrare. Perche’ il lavoro c’e’ e le industrie aprono addirittura centri di ricerca. I motivi? Li spiega Federico Pirro in una interessante analisi oggi sul Sole24Ore nelle pagine di Impresa & Territori:«Da anni piu’ di 40 multinazionali italiane ed estere presidiano il territorio con stabilimenti e siti di produzione…». Ci sono numeri e cifre importanti. Si puo’ parlare di modello Puglia per tutto il Sud? Lo spero. Intanto l’impresa piemontese Mossi&Ghisolfi ha deciso di aprire un centro di ricerche a Bari: 50 milioni di investimento e a regime lavoro per 50 ricercatori. (Vedi articolo di Andrea Biondi sempre nelle pagine Imprese & Territori di oggi del Sole24Ore)

Tags:
  • altilio pressi |

    ..consiglierei al dr.D’Angerio di inviare i post di commento al Governatore Vendola..ed ad ogni post
    richieda risposta scritta…vedrà e sentirà un silenzio…tombale!

  • veronica |

    ma sciatavin la puglia e peggio della tunisia.

  • Vitaliano D'Angerio |

    Il mio post di ieri sulla Puglia ha dato il via ha una lunga serie di commenti. Alcuni molto duri e critici: come vedete non c’e’ stata nessuna censura ad eccezione delle volgarita’. Intervengo con questo commento solo per sottolineare che i colleghi del Sole24ore hanno documentato con dati e cifre quanto scritto ieri: la Puglia e’ oggettivamente la regione del Sud che sta resistendo meglio alla crisi. Certo i problemi, anche grossi, sono pure li’ nessuno lo nega. Per quanto mi riguarda pero’ e’ importante discuterne e proporre qualche soluzione. Per esempio e’ molto interessante quanto stanno facendo i giovani pugliesi sul fronte del crowdfunding (la zona e’ quella di Alberobello) come gia’ documentato in questo blog. Quindi vanno bene le critiche ma poi e’ necessario fare delle proposte.

  • fantomas |

    Mi piacerebbe sapere dal Sig. Pirro se prima di esprimere giudizi così lusinghieri ha trascorso un periodo di “rieducazione politica” di stampo cinese di buona memoria. Ma quale “libretto rosso” ha letto ultimamente? Si metta alla prova cercando una ditta …in Puglia disposta ad assumerlo! Percorra strade e località turistiche devastate dalla immondizia,prenda in esame la raccolta differenziata nelle periferie dove non ci sono neanche i regolari contenitori ed in cui si butta di tutto e allora …..potrà scrivere un altro articolo! I piemontesi li abbiamo già “subiti” nella storia e, notoriamente, non hanno mai fatto niente per niente!Si figuri, il Sig. Pirro, che io per sopravvivere sto aprendo un ristorante di cucina pugliese…..nelle Langhe…in Piemonte. E questo la dice lunga!

  • luis |

    cado dalle nuvole….qui è un inferno e c’è lavoro solo per badanti. I consumi sono al lumicino ed è in atto una vera deflazione. I pochi giovani che trovano lavoro sanno che prima o poi dovranno anche loro emigrare

  Post Precedente
Post Successivo