Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Qualcosa si muove in Puglia. Nuovi investimenti nelle infrastrutture del porto di Taranto

Qualcosa si muove in Puglia. C'è schiarita per i nuovi investimenti infrastrutturali del porto di Taranto: non ci sarà nessuno stop. Il consorzio Terminal rinfuse ha firmato oggi (3 luglio) l'accordo  con l'Autorità portuale di Taranto in base al quale lascia l'area sinora occupata sul molo polisettoriale e si trasferisce alla calata quattro del porto.

Una volta liberato  il molo polisettoriale, questo sarà nella disponibilità totale di Taranto container terminal (Hutchinson ed Evergreen) consentendo così gli ammodernamenti previsti dall'accordo generale di giugno 2012, ovvero opere di adeguamento per circa
200 milioni a carico dell'Authority e investimenti privati di Tct per un altro centinaio di milioni (soprattutto gru e  attrezzature)