Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Capri, lavoro al Sud, Prysmian e positivo impatto ecologico: una notizia controcorrente

Sud che innova con cavi sottomarini all'avanguardia, aziende che danno lavoro (al Sud) per la costruzione degli stessi cavi e in più impatto ecologico positivo. Sì siamo in Italia non in Baviera! 

Mentre si parla di grandi gruppi italiani nel mirino di stranieri, segnalo che grazie alla tecnologia di una società italiana all'avanguardia (Prysmian, quotata in Piazza Affari) e alla lungimiranza di Terna (altra società quotata in Borsa), in Campania si potrà dare un taglio da 130mila tonnellate di emissioni di anidride carbonica. Come? Ci sarà la posa di un cavo sottomarino elettrico tra Torre Annunziata e Capri. Un giro d'affari da 70 milioni di euro.

Il collegamento fa parte di un più ampio progetto varato da Terna, il "Progetto Insula", che prevede la realizzazione di collegamenti elettrici fra le principali isole italiane – Sardegna, Sicilia, Elba, isole campane, Laguna Veneta – e la terraferma, con cavi sottomarini di tecnologia d'avanguardia.

In particolare, a Capri, il progetto prevede la fornitura ed installazione di un collegamento in cavo ad alta tensione in corrente alternata da 150 kV dalla costa alla nuova stazione elettrica nell'isola ecologica di Gasto a Capri. I cavi per il collegamento Capri-Torre Annunziata saranno prodotti nello stabilimento di Arco Felice (Napoli). La posa del cavo sottomarino sarà realizzata con la nave posacavi "Giulio Verne" di proprietà del gruppo. Il completamento del progetto è previsto nel 2015.

Sì siamo in Italia (del Sud): forse abbiamo ancora qualche chance.

  • Alberto |

    … e qualche migliaio di nuovi pannelli solari da installare sulle isole, quindi…

  Post Precedente
Post Successivo