Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il Mezzogiorno attende un impegno forte dal futuro Governo

E ora attendiamo un impegno forte dal futuro Governo sul Mezzogiorno. Comincio da alcune  domande: esisterà ancora il ministero della Coesione territoriale? E se sì, avrà anche un budget? E ci sarà finalmente un confronto fra presidenti delle Regioni del Sud per individuare un percorso comune per lo sviluppo del Mezzogiorno? Spero che il futuro governatore dell'orgogliosa Sardegna sia il primo a dare un segnale.

Il Sud Italia ha gli uomini per combattere i fenomeni criminali e fornire soluzioni (semplici) per ridare slancio al territorio. C'è un lungo elenco di economisti, politici, amministratori locali, insegnanti, sacerdoti, volontari che vogliono solo essere ascoltati. Gente in gamba che potrebbe fornire qualche suggerimento su come dare impulso al Meridione. Basta mettersi in ascolto. 

  • Vitaliano D'Angerio |

    Gentile signor Manny, sono d’accordo con lei quando dice che “Pantalone non deve pagare piu'”. Basta, ha ragione. Pero’ una cosa possiamo pretenderla dallo Stato: la cornice in cui competere deve essere uguale per tutti. Quindi il Sud ha il diritto di chiedere un aiuto serio per liberarsi da mafia, camorra e ndrangheta. Non basta dichiarare la volonta’ di farlo ma bisogna investire soldi in uomini e mezzi. E faccio l’esempio di un politico che non amo particolarmente: Robero Maroni da ministro degli Interni ha sostenuto in modo deciso la lotta al clan dei Casalesi. Tutti i capi sono stati arrestati grazie al grande lavoro di intelligence da parte di magistrati e forze dell’ordine e alle risorse messe a disposizione dall’allora ministro Maroni. Questo signor Manny possiamo pretenderlo dallo Stato, chiunque governi. Liberati dai criminali, a fare impresa ci pensiamo noi. Cordiali saluti. VDA

  • Manny |

    Potrei anche essere d’accordo con lei. Potrei. Ma non lo sono. Mi spiace ma dopo 70 anni dalla fine della guerra non vedo il rilancio del sud Italia ne come un’opportunità ne come una priorità. Visto che sia nei pochi momenti di boom economico che ne ben più numerosi momenti di crisi, il sud Italia non si è mai preoccupato di sfruttare il traino o di tirare la cinghia. Quindi l’unico modo, quello che poi adotta ogni buon padre di famiglia per ottenere qualcosa, è l’imposizione del federalismo fiscale che comporta assunzioni di responsabilità vere, pena la totale cancellazione dei servizi pubblici per mancanza di risorse. Troppo facile dire: tanto alla fine paga Pantalone… Basta. Basta.

  Post Precedente
Post Successivo