Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Fondi pensione: care regioni del Sud copiate il Trentino Alto-Adige

I dati diffusi stamane dalla Covip, l’authority della previdenza, sull’adesione ai fondi pensione sono veramente sconfortanti per il Sud Italia: nel Mezzogiorno solo il 17% della forza lavoro ha aderito a forme di previdenza complementare. “In tutte le regioni (del Sud) la partecipazione è al di sotto della media nazionale con livelli esigui in Calabria e in Sardegna (intorno al 15% in entrambe)”: si legge nella relazione Covip (www.covip.it).

Nelle altre parti del Paese i tassi di partecipazione sono più elevati: nel Settentrione si supera in media il 28%. Nell’Italia centrale i tassi di adesione in media sono al 24%. Infine ci sono regioni come Trentino Alto Adige e Valle d’Aosta che hanno avviato  esperienze di fondi pensione territoriali (http://www.pensplan.com/it/previdenza/1-0.html) grazie alle quali hanno raggiunto rispettivamente tassi di partecipazione del 43% e del 46%. E’ vero che sono regioni a Statuto speciale, ma anche Sicilia e Sardegna lo sono. E comunque, anche senza questa “specialità”, è forse il caso che le regioni meridionali si mettano attorno a un tavolo per dare sviluppo alla previdenza integrativa.