Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Secondo UniCredit il Pil della Campania nel 2015 è in miglioramento

Un 2015 meno fosco per la Campania? Pare proprio di sì. E’ quanto emerge dai dati dell’Osservatorio dei territori, elaborato dalla struttura «Territorial and sectorial intelligence» di UniCredit, che analizza il quadro congiunturale della regione e la dinamica dei principali indicatori, anche in chiave prospettica.

Nello studio viene evidenziato come, nel terzo trimestre del 2014, pur arrestandosi il recupero dell’attività economica campana, in linea con l’andamento nazionale, continui il processo di attenuazione graduale della contrazione del Pil della regione. Entrando nel dettaglio, infatti, l’analisi di UniCredit conferma come il Pil campano, pur rimanendo in territorio negativo anche nel 2015, mostri un progressivo e deciso miglioramento rispetto al minimo di 2 anni fa. Dopo il tonfo del 2013, infatti, anno in cui il Pil campano è sceso del 4% anche a causa del difficile scenario internazionale dell’economia, lo studio stima per l’anno appena concluso una riduzione del calo all’1,9%, mentre per il 2015 è atteso un tasso di variazione tendenziale ancora più contenuto (-0,4%).