Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Campania, Puglia e il rapporto Svimez

Inserisco un link al rapporto Svimez del 2014. E poi ricordo un po’ di dati: “Un Sud a rischio desertificazione umana e industriale, dove si continua a emigrare (116mila abitanti nel solo 2013),non fare figli (continuano nel 2013 a esserci più morti che nati), impoverirsi (+40% di famiglie povere nell’ultimo anno) perché manca il lavoro (al Sud perso l’80% dei posti di lavoro nazionali tra il primo trimestre del 2013 e del 2014);l’industria continua a soffrire di più (-53% gli investimenti in cinque anni di crisi, -20% gli addetti); i consumi delle famiglie crollano di quasi il 13% in cinque anni; gli occupati arrivano a 5,8 milioni, il valore più basso dal 1977 e la disoccupazione corretta sarebbe del 31,5% invece che il 19,7%”.

Questo il quadro del Mezzogiorno d’Italia. Ci sono anche le schede regione per regione. Prendo soltanto due dati relativi a Campania e Puglia, le due regioni dove presto ci saranno le elezioni regionali; Campania: Famiglie povere nel 2013 in % sul totale famiglie (povertà relativa) 23,1; Puglia: Famiglie povere nel 2013 in % sul totale famiglie (povertà relativa) 23,9.

Sono dati che portiamo all’attenzione dei futuri governatori e assessori di Campania e Puglia. Quali sono le politiche sociali che intendono portare avanti e con quali finanziamenti? Attendiamo risposte.

 

  • Vito |

    Io sono un figlio del sud trasferitosi al nord da 12 anni… Fino a che la gente del sud non verrà a conoscenza che il benessere materiale (ebbene si!) è fonte di benessere generale, le cose non cambieranno, altro che storie!!! Altro che rapporti e mille convegni. Il problema è che quando ci si affaccia al di fuori della propria realtà di origine e le cose della vita cominciano ad andare per il meglio, poi al rientro ci si pensa sempre meno. Come uscirne???

  • carlo zicarelli |

    Per non parlare della mancanza di lavoro per il ceto professionale!

  Post Precedente
Post Successivo