Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Gli adesivi online di una società di due giovani abruzzesi fanno colpo sul gruppo Usa Sticker Mule

Adesivi da comprare sul web. Un’attività di successo per il gruppo americano Sticker Mule, azienda fondata nel 2012 ovviamente nella Silicon Valley. Una grande presenza negli Usa con l’obiettivo di sfondare anche in Europa. Come? Attraverso una start up italiana. Così è partita l’avventura dei due giovani abruzzesi di Pineto, in provincia di Teramo, Stefano Di Luca, 25 anni, e Andrea Giannangelo, 29.
Di Luca e Giannangelo sono fondatori della società Unixstickers e sono appunto stati scelti per il lancio di `Sticker Mule´ in Italia e per condurre l’espansione europea della compagnia americana.  Cosa fa in concreto Sticker Mule? Permette di caricare sul suo sito la propria grafica pensata per un adesivo e ordinare il tutto in pochi minuti, garantendo la messa in produzione in 5 giorni e una revisione gratuita dei file prima di essere mandati in stampa.
Cosa ha portato il gruppo Usa in Abruzzo? Stefano ha raccontato al sito Smartfarm che “a giugno ha sviluppato una “console” tramite la quale si può procedere all’acquisto sul web. E’ possibile comprare via Rete scrivendo dei comandi sul terminale on line».  Sul loro sito, Stefano e Andrea vendono T-shirt, adesivi da muro, spille, skin per pc  in particolare per gli appassionati di informatica e programmazione su cui sono rappresentati i loghi dei sistemi operativi o dei linguaggi più famosi open source. «Chi acquista i nostri prodotti – dice Stefano – è informatico o fan di Linux e Unix». E, per questo, «ho pensato che la possibilità di interagire su un sito di e-commerce attraverso una console di comandi avrebbe incuriosito». 
 «A poche ore dal lancio – racconta il giovane abruzzese – l’acquisto tramite terminale stava registrando migliaia di condivisioni sui social», arrivando oltreoceano e incuriosendo anche Anthony Thomas, fondatore di Sticker Mule. «Visitando il nostro sito e testando la funzionalità, è rimasto impressionato» ricorda Stefano, ancora stupito del fatto che «una semplice chiacchierata nella live chat del sito» con il fondatore di Sticker Mule si sia trasformata in un contratto di collaborazione per gestire l’espansione internazionale del colosso americano. Ora è tutto nelle mani di Andrea e Stefano, impegnati nel lancio della nuova attività che sarà la chiave perché Sticker Mule confermi la propria fiducia e i suoi piani di creare un centro produttivo in Italia.