Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il Sud dà segnali di ripresa ma c’è bisogno di un’accelerazione sui fondi europei

Il Mezzogiorno dà segni di ripresa dopo sette anni di crisi. A segnalare la svolta è Confindustria centro studi e ricerche Mezzogiorno. Nell‘articolo di oggi a firma di Marzio Bartoloni c’è la sintesi di questo studio. In pagina 9 del Sole24Ore di oggi vi è anche l’intervista della collega Nicoletta Picchio ad Alessandro Laterza, vicepresidente di Confindustria con delega per il Sud e le politiche di coesione.

Laterza sottolinea che “solo attraverso una ripresa del Mezzogiorno possiamo portare in equilibrio l’economia nazionale”. Inoltre segnala la necessità di un maggior coordinamento fra le Regioni del Sud, il Dipartimento per le politiche di coesione e l’Agenzia di coesione. “Tra fondi Ue, cofinanziamento e fondi nazionali di coesione ci sono a disposizione circa 100 miliardi di euro, in circa 9 anni potremmo dimezzare il gap che abbiamo avuto in questo periodo di crisi”, dichiara Laterza nell’intervista.

Ci sono le premesse per un rilancio del Mezzogiorno: è necessario però che i presidenti delle Regioni meridionali si siedano ad un tavolo con ministeri e uffici per la coesione e decidano una strategia comune. Ricordo un servizio della trasmissione tv della Rai, PresaDiretta, sulla Polonia e su come questa nazione sia cambiata in 10 anni grazie all’utilizzo oculato e intelligente dei fondi europei: per chi volesse rivederlo può cliccare qui. Mi chiedo: ma noi meridionali siamo da meno dei polacchi? Lo vogliamo prendere in mano il nostro destino o no?

  • Vitaliano D'Angerio |

    Dispiace quando i commenti sono all’insegna dell’insulto. Di solito, i messaggi di questo tipo li cestino ma stavolta ho deciso di no e per due motivi. Il primo: il signor Luigi a supporto dell’insulto nei miei confronti, ha linkato un articolo apparso sul sito online del Sole24ore, a riprova che sul nostro quotidiano le informazioni vengono date, di qualunque tenore esse siano. Il secondo motivo: non c’è contraddizione fra quanto scritto nel blog e quanto diffuso oggi dallo Svimez. L’ufficio studi di Confindustria ha segnalato il miglioramentento, peraltro debole, del trend nel Mezzogiorno in questa prima parte del 2015. Lo Svimez fa invece riferimento alla crisi degli anni passati che nessuno mai ha messo in discussione. Anzi, più volte sul Sole24ore e su questo blog sono stati sottolineati i ritardi del Sud e le inefficienze. Quindi invito il signor Luigi a scrivere ancora, a seguirci e a partecipare a un dibattito civile sul Mezzogiorno. Grazie. Vitaliano D’Angerio

  Post Precedente
Post Successivo