Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Svimez e il sottosviluppo permanente del Sud. A quando la svolta?

Leggere l’ultimo rapporto Svimez fa tremare i polsi: secondo il rapporto del centro studi specializzato sul Mezzogiorno «Il depauperamento di risorse umane, imprenditoriali e finanziarie potrebbe impedire al Mezzogiorno di agganciare la possibile nuova crescita e trasformare la crisi ciclica in un sottosviluppo permanente». L’analisi si ferma al 2014.

Ieri Confindustria segnalava dei timidi segnali di ripresa per il Sud nella prima parte del 2015 ma non basta: il trend va sostenuto e rafforzato grazie ai fondi europei innanzitutto ma anche con una straordinaria azione del Governo in coordinamento con le Regioni meridionali. Credo che per il Governo Renzi questa sia la decisione più importante: come dichiarava ieri dalle colonne del Sole24Ore Alessandro Laterza, vicepresidente di Confindustria con la delega per il Sud e le politiche di coesione: “L’Italia non riparte senza il Sud”. Forse è il momento che tutti ne prendiamo coscienza senza far cadere nel dimenticatoio, anche questa volta, il rapporto Svimez.