Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
large_affresco-di-narciso-regio-v

Musei e visitatori: la Campania vince nella cultura (e nel Pil)

I 358 musei statali nel 2018 hanno prodotto 27 miliardi di euro pari all’1.6% del Pil, con 117mila posti di lavoro, generando 278 milioni di ricavi e portando 53 milioni di visitatori. Sono fra i dati della ricerca di Boston Consulting Group per il Mibact (ministero Beni Culturali)

Questa la notizia. Scendendo nel dettaglio del rapporto di Bcg viene spiegato che il 20% dei turisti in Italia, pari a 24 milioni, vengono proprio per visitare i musei statali. Fra questi, i 32 musei statali autonomi, nel 2018, hanno attratto il 58% dei visitatori e generato l’87% dei proventi dei musei statali. La distribuzione dei siti si concentra per il 55% in cinque regioni (Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Lazio e Campania) mentre l’83% dei visitatori si concentra nei musei di tre regioni: Toscana, Lazio e Campania.

Come vedete, cari lettori del blog, il Sud con la regione Campania, è al vertice della classifica per ben due volte. Penso che soltanto Pompei (lo stesso vale per Agrigento, per il Metaponto e per altre aree archeologiche del Mezzogiorno) potrebbe generare una bella fetta di Pil campano se venisse pianificato al meglio lo sviluppo di quell’area. Non sono un esperto di economia del turismo. Anzi. Ma se ci sono professori universitari o società di consulenza che hanno realizzato questi piani siamo qui per darne visibilità.

 

  • Vitaliano D'Angerio |

    Gentile Carlo grazie per il suo commento. Come lei sa il recupero di Pompei è stato un successo. Inoltre nel post nessuno ha mai parlato di due classifiche.
    Continui a seguirci, mi raccomando
    Vitaliano D’Angerio

  • Carlo |

    due classifiche che poi sono la stessa, oltretutto. pensate piuttosto a mantenere senza far crollare ciò che è presente sul vostro territorio

  Post Precedente
Post Successivo